Derattizzazione

RATTUS RATTUS

Ratto delle fogne (rattus Norvegicus), originario con tutta probabilità della steppa asiatica, a causa del commercio marittimo si è diffuso in tutto il mondo; tra le specie dei muridi è il più pericoloso come vettore di organismi patogeni. Risulta essere distribuito su tutto il territorio nazionale.

MUS MUSCULUS

Di piccola taglia (circa 15-10 cm), di colore grigio, è molto prolifero e si riproduce tutto l’anno; è attivo soprattutto la notte, provoca ingenti danni, divora grandi quantità di derrate alimentari ed è portatore di gravi malattie infettive, tra le quali la leptospirosi è la più conosciuta; si adatta a qualsiasi tipo di ambiente e si annida ovunque dove l’uomo vive e lavora; ha un tasso di natalità elevatissimo.

Prevenire e combattere con HACCP e sanificazione
Il sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points: Analisi dei Pericoli e Controllo dei Punti Critici) è uno strumento volto a conseguire un elevato grado di sicurezza alimentare basato su due importanti concetti: prevenzione e documentazione. Il sistema HACCP non è però solo questo, è anche uno strumento per il miglioramento dell’immagine aziendale mediante l’ottimizzazione dei processi produttivi e la tutela del produttore legata alla difesa del consumatore. I principali obiettivi igienico – sanitari dell’HACCP consistono nel determinare come e dove possono esistere pericoli per la sicurezza degli alimenti e come prevenirli.

Come opera il sistema HACCP?
1. Identificazione dei punti critici di controllo nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio;
2. individuazione, per questi punti critici di controllo, dei limiti critici che separano una situazione accettabile da una inaccettabile;
3. individuazione ed applicazione di procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo;
4. individuazione di azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti);
5. individuazione delle procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate;
6. predisposizione di documenti e registrazioni adeguati alla natura ed alle dimensioni dell’impresa alimentare.

La documentazione è l’elemento essenziale per verificare che i potenziali pericoli siano stati controllati. L’utilizzo dell’HACCP nell’industria alimentare è raccomandato ed obbligatorio negli Stati Uniti e nell’Unione Europea mediante Regolamento CE 852/2004 (in vigore in Italia dal 1997). Secondo il sistema HACCP tutte le aziende alimentari devono monitorare costantemente ogni possibile punto di contaminazione della catena alimentare, dalla prima fase all’ultima, allo scopo di rilevare e documentare la presenza o meno di infestanti all’interno degli ambienti. La finalità è costruire una solida base per garantire la sicurezza in ambito ambientale a salvaguardia della salute delle persone, dell’ambiente e delle cose.

Procedura di derattizzazione e monitoraggio dei roditori
Le nostre case, gli uffici, le scuole, gli ospedali, i parchi, i giardini, le strade del nostro quartiere, le aziende alimentari e i magazzini di stoccaggio costituisco gli ambienti adatti per il proliferare di insetti (blatte, formiche, mosche, coleotteri, lepidotteri) ed animali infestanti (ratti e topi), veicoli di importanti malattie ed epidemie (peste, tifo, colera, rabbia, tubercolosi, salmonella, leptospirosi ed altro ancora) tramite la loro materiale fecale, l’urina od i stessi loro parassiti (pulci del topo). In presenza di tali situazioni e di superamento del limite critico di tolleranza, si presenta la necessità di intervenire con un’appropriata sequenza di operazioni correttive indispensabili (tutte effettuate nel rigoroso rispetto della normativa vigente) quali:

Sopralluogo
Prima di agire con qualsiasi tipo di intervento, un nostro professionista fa ripetutamente un’attenta ispezione preliminare del sito infestato per individuare tutti i punti deboli dell’ambiente, tutte le vie di accesso degli infestanti, per stabilire gli eventuali rischi ed il momento più consono per intervenire. Al sopralluogo seguirà la redazione di una dettagliata relazione su ogni aspetto rilevato e sugli interventi ritenuti necessari per la derattizzazione.

Monitoraggio di roditori e insetti
Radit Disinfestazioni propone ai suoi clienti una gamma di soluzione tramite l’utilizzo di materiale attrattivo repellente estremamente efficace ed una strumentazione certificata. I tecnici procedono ad una mappatura degli ambienti da trattare, fase indispensabile per stabilire esattamente il posizionamento delle varie trappole/distributori. Il sistema integrato HACCP per la lotta ai roditori prevede successivamente l’installazione, da parte di tecnici specializzati e in luoghi precedentemente individuati come strategici, di esche letali preparate ad hoc ed inserite in appositi contenitori di sicurezza che fungono da tane per il ratto. Il topo viene attirato all’interno del contenitore dall’esca letale e vi rimane intrappolato all’interno. Si evita così il pericolo di cadaveri e veleni sparsi nei locali garantendo la pulizia e la tutela dei nostri ambienti, la nostra sicurezza e quella dei nostri animali domestici. Invece, per la lotta agli insetti vengono utilizzate trappole definite “per attrazione”, a base di feromoni. I feromoni costituiscono la categoria di messaggeri chimici che agiscono all’interno della stessa specie che li produce. In particolare i feromoni sessuali sono prodotti, in genere dalle femmine, per aiutare gli individui di sessi diversi ad incontrarsi ai fini dell’accoppiamento.

Derattizzazione
A seconda del grado di infestazione, i nostri tecnici effettuano da sei a otto interventi annui in loco, con intensificazione del controllo nei mesi critici (autunno e inverno). La sequenza prevede:

→ controllo dei contenitori di esca e sostituzione con esche fresche
→ pulizia dei contenitori ad ogni intervento di derattizzazione
→ sostituzione di eventuali contenitori danneggiati
→ controllo e sostituzione delle tavolette collanti
→ ad ogni intervento viene rilasciato al cliente un raccoglitore dove conservare schede tecniche dei prodotti utilizzati, rapporto dettagliato di tutti i punti critici esaminati, registrazione delle date di intervento, delle quantità di esche utilizzate e dei consumi rilevati.

La derattizzazione è una procedura molto delicata con la quale è possibile risolvere il problema dei ratti e dei topi. La loro eliminazione offre protezione contro agenti patogeni ed eventuali danni causati da questi roditori.

Ogni anno sono riscontrati innumerevoli casi di topi o ratti che infestano cantine, soffitte, abitazioni, magazzini e non solo. Il problema è comune e le metodologie per affrontarlo sono le più svariate. Solamente il personale autorizzato comunque può intervenire e risolvere il tutto evitano così le numerose conseguenze negative.

Derattizzazione, come funziona?

La derattizzazione è un termine preciso e indica l’eliminazione di topi e ratti presenti in un ambiente. Le disinfestazioni vengono eseguite per conto di aziende, enti pubblici, privati…. I danni che i ratti e i topi possono causare si rivelano considerevoli e anche pericolosi per la nostra salute e incolumità.

È importante che tu ti possa avvalere di esperti del campo, che conoscono le migliori tecniche per allontanare questi roditori dalla tua vita. I prodotti da usare in una derattizzazione devono presentare alcune caratteristiche. Molti di quelli che puoi trovare in vendita in realtà non funzionano. Una ditta specializzata invece, possiede i mezzi giusti per combatterli.

Uno specialista può effettuare per te una corretta e impeccabile derattizzazione. Inoltre, considerando che la procedura di risamento dell’ambiente può causare effetti negativi sugli animali domestici o le persone che risiedono nel locale, verrai avvisato su quali sono i migliori comportamenti da adottare in questo periodo.

Derattizzazione significa eliminare i roditori, in modo da salvaguardare la sanità locale (o pubblica) e non solo. Le esche ratticide sono una carta molto utile quando si tratta di effettuare la risanificazione dell’ambiente, il quale è appunto compromesso dalla presenza di topi e ratti.

Naturalmente le trappole per questi animali non sono come quelle convenzionali. Non si tratta di una semplice caccia al topo, ma di una procedura che possa rendere il locale agibile e senza possibili conseguenze negative dovute dal soggiornamento dei roditori. Nelle derattizzazione sono previste anche sostanze gassose nonché dannose per la salute.

Puoi chiamarci per un preventivo, possiamo inviarti dei nostri incaricati per effettuare un sopralluogo. Ricorda che questi animali non sono da sottovalutare e una disinfestazione fai da te, non è certo la soluzione più indicata. Ratti e topi diventano numerosi in poco tempo, arrivano a diventare vere e proprie colonie.

Prevenire il problema dei ratti

Se i ratti sono già presenti, devi fare una derattizzazione. Dopo, puoi attuare una serie di manovre preventive che ti permettono di tenere lontani i ratti dalla tua vita e tutti i problemi che questi roditori comportano. Non puoi eliminare totalmente le probabilità ma di certo, puoi ridurle moltissimo.
La presenza di questi animali compromette proprio tutto. La mobilia e gli elettrodomestici sono spesso nel loro mirino. Ma anche le tubazioni e gli impianti elettrici. Quindi si parla di danni economici e minaccie alla tua incolumità.

Si comincia dalla spazzatura quando si vogliono tenere lontani. I rifiuti si posso infatti considerare il primo fattore che attira i roditori. Una volta vicini alla tua abitazione non impiegano molto a insinuarsi nel giardino, nella cantina e via così. Noi ti suggeriamo di non lasciare i sacchetti aperti o rotti nel bidone. Ancor meno Assolutamente fuori da quest’ultimo. Lasciare la spazzatura aperta in casa, significa attirare ratti e molti parassiti fastidiosi poi da debellare.

Gli ingressi, le porte e le finestre, sono le vie che utilizzano i ratti e altri animali per accedere all’abitazione, il magazzino o l’ ambiente di lavoro. Perciò cerca di tenerle chiuse quando non ci sei e se ci sono fori che ne favoriscono l’ingresso, chiudili.

La tua casa è vista dal roditore un po’ come un obbiettivo da raggiungere, qui infatti possono nidificare , trovare cibo e proteggersi. Ti consigliamo di pulire accuratamente ogni punto delle varie stanze. Evita che rimanga cibo o acqua a firo per casa e soprattutto, chiudi tutti i fori che potrebbero diventare casa del topo.

Fai attenzione ai condotti di ventilazione, altra zona dalla quale possono entrare. I topi utilizzano anche le tubature per accedere, così come accade anche con i pertugi nei soffitti e nelle pareti. Sono dunque da sigillare, così da impedire la loro presenza in casa. Anche i buchi più piccoli sono da tenere in considerazione, dato che la loro struttura anatomica gli permette di passare quasi ovunque.

La menta piperita è un repellente naturale contro i roditori. La puoi usare per difenderti da questi piccoli nemici che nidificano nella tua proprietà. Solitamente la pianta collocata in prossimità degli ingressi principali della tua proprietà è un valido rimedio per dissuaderli dall’entrare. Alcuni suggeriscono di prendere delle foglie e posizionarle nei punti a rischio, quelli per lo più dove c’è il dubbio che il roditore sia passato.

Sfortunatamente prevenire non sempre da i risultati sperati, alcune volte capita lo stesso che s’insinuino nel condominio, giardino o casa. In queste circostanze è opportuno chiamare gli esperti del settore che possono ripristinare la situazione allo stato iniziale, ovvero quando i topi non erano ancora giunti a destinazione.

Ricordiamo che oltre a compremettere la sanità dell’ambiente, possono causare situzioni veramente pericolose come un incendio dovuto a un cortocircuito, oppure un esplosione legata a una fuga di gas. Quindi non puoi davvero permetterti di aspettare, quando ti accorgi di avere i topi in casa o ne hai il sospetto, devi avvalerti di un’azienda di derattizzazione che possa agire in modo professionale e nel minor tempo possibile.

Pericolo per la salute

L’urina dei ratti è una causa di malattie purtroppo comuni, ma spesso anche gravi. Lo stesso vale per i loro escrementi. Inoltre il morso è altrettanto pericoloso e portatore di numerose patologie. Come se non bastasse anche il pelo dell’animale può arrecarci dannie. Ospita pulci, acari e non solo. Sono infatti riconducibili ai roditori malattie varie come: salmonella, leptospirosi, rabbia, colera etc.

Summary
User Rating
5 based on 2 votes
Service Type
Deratizzazione
Description
Deratizzazione: come prevenire e affrontare il problema dei ratti con un servizio professionale di deratizzazione.