Monitoraggio HACCP

HACCP è l’acronimo di Hazard Analysis Critical Control Point (Analisi dei Rischi e Controllo dei Punti Critici). Si tratta in parole più semplici di un sistema di controllo, relativamente alla produzione degli alimenti, che ha come obiettivo la garanzia della sicurezza igienica e della commestibilità. Il sistema HACCP è quindi uno strumento teso ad aiutare gli OSA (operatore del settore alimentare) a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.

Radit offre anche un servizio di monitoraggio degli stoccaggi di cereali seguendo le norme igienico-sanitarie del sistema H.A.C.C.P.

Da considerare estremamente necessario il controllo periodico delle derrate immagazzinate onde evitare grosse infestazioni e poter intervenire tempestivamente nelle problematiche senza perdere il valore commerciale della merce.

I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono sette:

  1. Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre
  2. Identificare i punti critici di controllo (CCP – Critical Control Points) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio
  3. Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità
  4. Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo
  5. Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti)
  6. Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate
  7. Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.

Il piano deve essere applicabile e applicato, finalizzato a prevenire le cause di insorgenza di non conformità prima che si verifichino e deve prevedere le opportune azioni correttive per minimizzare i rischi quando, nonostante l’applicazione delle misure preventive, si verifichi una non-conformità.
L’obiettivo principale è istituire un sistema documentato con cui l’impresa sia in grado di dimostrare di aver operato in modo da minimizzare il rischio.

Le infestazioni e rischi di contaminazioni sono rappresentati da: roditori, insetti volanti e striscianti.

Tale sistema viene messo in atto in tutte le aree dello stabilimento alimentare (interne ed esterne): magazzino di stoccaggio, area di produzione, laboratori, area confezionamento, uffici, perimetro esterno ed interno, cabina elettrica, celle, essiccatoi, cantine, ecc.

I nostri tecnici esperti e qualificati intervengono con dei controlli annuali, a cadenze prestabilite utilizzando trappole, rilevando le catture oppure le rosure presenti in esse.

Le catture vengo registrate tramite il nostro sistema elettronico, in modo tale d’avere il controllo in tempo reale delle infestazioni. Dunque, i nostri clienti possono verificare i rilevamenti del monitoraggio elettronico qualvolta abbiano la necessità, nell’apposita area riservata con le credenziali da noi fornite. L’obiettivo finale è individuare la natura dei parassiti e il più efficace intervento per debellarli.

Radit sempre aggiornati nel settore, garantisce un monitoraggio a norma di legge, per una totale sicurezza.

Monitoraggio HACCP

it_ITIT